Obiettivi e destinatari

  • Un uso diffuso delle tecniche di Better Regulation contribuisce all'accessibilità e all'effettività del quadro normativo e regolatorio, con ricadute positive sulla fiducia nelle istituzioni pubbliche.
  • La conoscenza degli strumenti per la qualità della regolazione è di fondamentale importanza sia per i decisori pubblici, sia per gli operatori economici e i cittadini che, in quanto "utilizzatori finali" delle regole, possono "pretendere" regole di qualità e svolgere un ruolo di supporto e stimolo nei confronti dei regolatori
  • Il corso di alta formazione professionale  intende contribuire al miglioramento della qualità della regolazione prodotta ai diversi livelli di governo, dalle autorità amministrative indipendenti e dal parlamento.
  • Con una didattica ampiamente interattiva dal taglio eminentemente pratico, viene sviluppata la conoscenza di strumenti e tecniche per una regolazione efficace, partecipata, basata su evidenze empiriche, formulata tenendo conto dei bias di regolati e regolatori. Il corso affronta anche l'uso dell’intelligenza artificiale come strumento emergente a supporto dei processi decisionali.
  • Il corso costituisce parte integrante della cattedra Jean Monnet BeRe ed è stato in quanto tale riconosciuto come di rilevante interesse da parte della Commissione Europea.
  • La lingua di lavoro è l’italiano
  • Gli incontri avvengono in una virtual classroom o in presenza, a scelta dei discenti